Mangiare sano per avere addominali scolpiti: Ecco 5 alimenti da evitare e 5 da tenere in considerazione

Per ottenere addominali scolpiti è necessario, oltre all’allenamento costante, seguire un regime alimentare che ci permetta di ottenere dei risultati ottimali.

Una dieta sana ed equilibrata è fondamentale proprio perché a fare la differenza nella definizione degli addominali è lo strato adiposo che ricopre appunto i muscoli dell’addome.

Per ridurre il grasso a livello addominale prendiamo in considerazione 5 alimenti che è importante includere nella nostra dieta e 5 da evitare.

Cibi da favorire: iniziamo l’allenamento a tavola

Innanzitutto è necessario includere questi cibi all’interno di pasti giornalieri regolari, ovvero 5 (colazione, pranzo, cena e due spuntini). Saranno da favorire cibi che contengono principalmente proteine nobili, ovvero quelle che troviamo nelle carni bianche poiché la concentrazione di grassi risulta inferiore rispetto alle carni rosse, quindi più magra e digeribile.

Facciamo un breve elenco delle carni bianche (da prediligere per evitare accumuli di tessuto adiposo sull’addome): pollo, tacchino, coniglio e possiamo aggiungere anche quelle del vitello e dell’agnello per i loro valori nutrizionali essendo animali giovani.

Una buona dose di proteine nobili le troviamo anche nelle verdure: vari tipi di cavolo compresi i cavoletti di Bruxelles, carciofi, spinaci, broccoli e asparagi contengono una dose abbondante di proteine.

Immancabile la frutta: mele, pere (regolano l’assorbimento degli zuccheri), pompelmo (antiossidante e normalizza la glicemia, diminuisce la sensazione di appetito), anguria (ricca di acqua e fibre, migliora il tempo di recupero dopo l’allenamento). Da includere anche la frutta secca e in particolare le mandorle ricche di fibre, magnesio e antiossidanti, aiutano a controllare l’assorbimento dei grassi nel nostro organismo.

Oltre a frutta e verdura, alleati nel migliorare i nostri addominali sono i cereali. Da prediligere pane e pasta integrale, riso venere e cereali come quinoa, orzo e mais che oggi troviamo anche sotto forma di pasta e pane.

Un altro alimento immancabile nella nostra dieta dovrebbe essere il pesce poiché ricco di Omega3 (ritardano l’invecchiamento cellulare) ma nello specifico è da prediligere il salmone e il pesce azzurro.

Attenzione agli alimenti da evitare

Ci sono alcuni alimenti che è bene evitare o includere in minor misura all’interno della dieta giornaliera perché potrebbero vanificare i nostri sforzi per scolpire e rinforzare gli addominali. Prima di tutto é necessario evitare di assumere cibi molto elaborati e processati, quindi i cosiddetti cibi già pronti, i prodotti preconfezionati e industriali. Includiamo in questa categoria le salse, le bibite gassate, le merendine.

Le bibite gassate sono da evitare anche se con specifica dicitura “zero zuccheri” perché lo zucchero all’interno è presente, comunque, sotto forma di sostanza artificiale che influisce negativamente sul metabolismo e sul peso, in particolare creano gonfiore addominale per via dell’anidride carbonica che le rende appunto gassate.

Evitiamo i cibi fritti: sono ricchi di grassi saturi, posso contribuire a un malfunzionamento del metabolismo e causare vari problemi di salute, tra cui il diabete e il sovrappeso.

I cibi salati e in particolar modo parliamo degli insaccati è necessario non consumarli in maniera frequente perché sono alimenti sicuramente processati anche se freschi e sono ricchi di grassi e sale che causano ritenzione idrica e gonfiore addominale.

Da evitare la farina bianca e i derivati da forno. Quindi, mentre dicevamo nel paragrafo precedente che i cereali integrali favoriscono il nostro percorso verso gli addominali scolpiti, il pane e i prodotti da forno elaborati a partire dalla farina bianca provocano gonfiore addominale, rendono difficili i processi digestivi e incrementano l’infiammazione.

Tra i cibi da evitare troviamo sicuramente i dolci. Sono proprio gli alimenti con un alto valore glicemico nemici del nostro obiettivo. Infatti, l’aumento del tessuto adiposo sull’addome dipende dall’aumento della glicemia nel sangue, causa dei rotolini sulla pancia e dell’accumulo di grasso sui fianchi.

Alimentazione sana e utilizzo di una panca per addominali

Una dieta sana non basta, è necessaria un’attività fisica costante. Quale attrezzo è più utile rispetto a una panca creata appositamente per allenare i muscoli dell’addome?

Gli addominali oltre che per un fatto puramente estetico sono fondamentali in fatto di postura, equilibrio e per una corretta respirazione. Insieme ai cibi da evitare e a quelli da consumare più spesso uniamo degli esercizi giornalieri con il supporto tecnico di una panca creata appositamente per questo tipo di allenamento.

Attraverso il supporto di questo strumento è possibile svolgere le tipiche varianti degli esercizi addominali: abdominal crunch, abdominal sit up e lateral crunch.

L’allenamento perfetto viene svolto alternando questi tre tipi di esercizi facendo attenzione a mantenere testa e schiena ben salde all’attrezzo.

Inoltre, un altro punto a favore di questo tipo di attività è certamente il tempo ad essa dedicato: non dobbiamo allenarci per un’ora o più, possiamo semplicemente utilizzare la panca per addominali per circa 20-30 minuti al giorno, quando rientriamo da lavoro e non abbiamo voglia di recarci in palestra oppure la mattina al risveglio dopo aver consumato una colazione nutriente e sana che ci fornisce l’energia necessaria.

Una buona colazione prima dell’allenamento dev’essere composta da carboidrati, fibre e proteine come, ad esempio, un buon porridge con della frutta oppure una colazione salata con pane integrale, avocado e uova.

Anche per l’allenamento a fine giornata dopo il lavoro è necessario consumare un piccolo pasto altamente nutriente, molti esperti consigliano la banana in quanto contiene un’ottima dose di potassio e minerali come magnesio, ferro e calcio utili al lavoro dei muscoli in contrazione.

Abbiamo visto che una dieta sana e il supporto di un attrezzo specifico ci aiuteranno a rafforzare i nostri addominali e a supportare la salute generale del nostro organismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.